(+39) 045 - 8201622

RSS Feed


13 settembre: in 2000 a Villa Buon Respiro

QUANDO LA PASSIONE DIVENTA SPETTACOLO

Una giornata meravigliosa alla presenza di ben oltre 2000 spettatori che hanno letteralmente invaso il CRE di Villa Buon Respiro

 

Come responsabile del CRE di Villa Buon Respiro voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita di questo evento. In primis Giampaolo Angelucci Presidente della Fondazione Silvana Paolini Angelucci, per averci dato l’opportunità di realizzarlo.

Ringrazio Ersilia Carnicelli Responsabile della stessa Fondazione e Annalisa Parisi Presidente dell’Associazione Passione CAITPR che mettendo a disposizione la loro professionalità, passione e sintonia hanno reso vincente tutta la squadra, facendo vivere ai ragazzi ed agli ospiti di Villa Buon Respiro una giornata meravigliosa all’insegna dell’integrazione e del contatto con la natura e la città. Ringrazio per l’aiuto concreto e per la loro presenza il Sindaco di Viterbo Leonardo Michelini, l’Assessore alla Cultura Antonio Delli Iaconi, il Presidente del San Raffaele SPA Carlo Trivelli, il Presidente della Coldiretti Mauro Pacifici, il Direttore della Coldiretti Andrea Renna, il Responsabile del Corriere di Viterbo Evandro Ceccarelli, il Direttore di Villa Buon Respiro Alessandro Poverini, Enrico Allegretti Presidente del Comitato Locale di Ronciglione della Croce Rossa Italiana, Silvio Bernabei del Gruppo Bernabei che 
ha dissetato tutti i partecipanti con ogni tipo di bevande.

Lo spettacolo è stato condotto  in modo mirabile da Susanna Blattler in un'alternanza di presentazioni delle esibizioni e interviste e la sua partecipazione è stata determinante per la riuscita dell’evento e per questo la ringrazio.

Voglio ringraziare le persone che lavorano quotidianamente con me a Villa Buon Respiro: Mauro Perelli, Valentina Toti, Elisabetta Zetari, Elisa Bersaglia, Nicoletta Pacifici, Cristina Lucchesi, Massimiliano Graziotti, Daniele Serangeli, Mauro Platti e Giovanni Cherubini che come sempre hanno reso tutto possibile con la loro disponibilità e dedizione senza riserve.

Grazie anche a Lorenzo Scotti e agli ex carosellini Francesca Pietrangeli, Roberta Marini, Carlotta e Lorenzo Trivelli.

Il report fotografico realizzato dallo Studio Chellini di Fiano Romano a testimoniare proprio davanti alle bandiere dell'AIA in un luogo simbolo come Villa Buon Respiro che anche la "zootecnia" che siamo soliti vedere nei saloni nazionali ed internazionali più istituzionali scende spesso in campo autonomamente,  guidata da una PASSIONE NON COMUNE per raccontare il cavallo in forme diverse, valorizzandolo a 360 gradi, aprendosi al pubblico con un messaggio di amicizia e solidarietà all’insegna dell’inclusione sociale.

 

Queste le parole del Dott. Carlo Trivelli, Presidente del San Raffaele SPA 

"[...] Al di là di tante cure e medicine, il rapporto umano creato oggi qui è una delle più potenti terapie per curare la disabilità. Finalmente Villa Buon Respiro apre le porte alla città con una manifestazione dolce e meravigliosa, mossa dallo spirito di far vivere a tutti un'esperienza indimenticabile. Una bellissima giornata che credo debba essere ripetuta".

 

Un ringraziamento di cuore a tutti coloro che hanno portato tanta gioia:

  • Mauro Perni con i cavalli TOLFETANI
  • I Butteri di Fiano Romano capitanati da Ruggero Masci con cavalli ROMANI e MAREMMANI 
  • Gloria Lanotte, Rebecca Di Paolo  e Valentina Fragomeni  di Oro Gitano di con due  stalloni GIPSY VANNER "ALLEVATI IN ITALIA"
  • Pino Lotto e David Giorgi con due fattrici di razza FRISONE "ALLEVATI IN ITALIA"
  • Alessandro Nicolai con tre stalloni di razza FRISONE  "ALLEVATI IN ITALIA"
  • Enzo Colasuonno e Giuliano Girotti con due fattrici di razza FRISONE "ALLEVATI IN ITALIA"
  • Gianni Fattapposta con Anna, fattrice CAITPR in proprietà all'Allevamento Anna Diamanti (AQ)
  • Arcangelo Cavezza con Vanda & Viola, fattrici di razza CAITPR
  • Giuliano Girotti con Aurora, fattrice CAITPR
  • Marta Di Girolamo, Valentina Cocco, Rossella Mariani ed Annalisa Parisi con GIGA, cavalla di razza CAITPR
  • Aleandro con MERLINO, miny pony Shetland allevato nel CRE di Villa Buon Respiro
  • I Ragazzi del Carosello di Villa Buon Respiro con cavalli di razza HAFLINGER allevati nel CRE di Villa Buon Respiro


GRAZIE A TUTTI!!!

Daniela Zoppi

 

 

15mila visitatori a Nitriti d'Autunno

Cala il sipario sulla 6° edizione di Nitriti d'Autunno che si afferma come il più grande evento mai realizzato a Cittareale negli ultimi 100 anni e una delle maggiori manifestazioni del settore in Italia che ha portato, oltre alla promozione del territorio in tutta la penisola, anche una vera boccata d'ossigeno per tutti gli operatori commerciali della zona.

La soddisfazione nei volti stanchi e finalmente rilassati degli organizzatori che sono riusciti a  realizzare un sogno se pur con immensa fatica.

 

<<Allestire un'area campestre da zero, integrando le strutture rispettando l'impatto ambientale, tutto in un'ottica di valorizzazione del territorio - ci spiega Valeriano Machella, event manager di Nitriti d'Autunno - è stato il tag vincente che ha portato a Cittareale in tre giorni ben oltre 15mila visitatori ad ammirare il CAVALLO sotto mille sfaccettature>>. 

 

La valorizzazione del territorio che fin dalla primissima edizione nel 2009 ha costituito una priorità si fonde con l'integrazione con tutti coloro che giunti da quasi tutte le regioni d'Italia hanno eletto Cittareale come palcoscenico per promuovere le proprie attività.

 

Particolarmente emozionante la presenza del Capo del Corpo Forestale dello Stato, Ing. Cesare  Patrone a testimoniare il lavoro capillare che il CFS svolge, l'attaccamento al territorio e l'importantissima azione di prevenzione con cui il Corpo Forestale preserva, tutela e salvaguardia il nostro patrimonio naturalistico.

Solenne il momento istituzionale della consegna dei riconoscimenti al Sindaco di Cittareale Giuseppe Fedele, all'Onorevole Oreste Pastorelli, all'Assessore Francesco Nelli in rappresentanza della Comunità Montana, alla Dott.ssa Silvana Gioia, Responsabile Eventi di AIA, ad Alberta Ceccagnoli, delegato nazionale per ANACAITPRGARIA, alla prima uscita in Fiera

Molto gradita la presenza di Stefano Benincasa, Assessore all'Agricoltura del Comune di Isola della Scala, in provincia di Verona, in rappresentanza con dei graditissimi presenti della Fiera Internazionale del Riso.

 

E poi cosa dire... sembrava di essere in un film e le immagini e i video che in diretta circolavano su tutti i social network sono state la fotografia più aderente alla realtà di quel che è stata la 6° edizione di Nitriti d'Autunno.

Un palinsesto variegato, grandi professionisti, allevatori, appassionati tutti insieme per esaltare il CAVALLO in una cornice da sogno.

Nico Belloni, la voce di Italialleva in Fieracavalli ad esaltare una cartolina che rimarrà impressa negli occhi e nei cuori di quanti hanno partecipato.

 

 

Un ringraziamento da parte di tutto lo Staff di Nitriti d'Autunno e dell'Associazione Redini Lunghe a Daniela Zoppi, Mauro Perelli e ai ragazzi del Carosello di Villa Buon Respiro; a Federica Desprini, a Lidio Cappella, a Tito Pietropaoli, a Roberto Capone; a Mauro Perni, ad Alessandro Volpi, a Tommaso Salari e ai Butteri di Ponzano e Cottanello; a Luigi Altieri, Tatiana Bozzoatro ed Andrea Carucci; a Luca Silvino, ad Angelo Perfili, a Riziero Gerardi, a Luca Nobili e ad Eugenio Toti; a Roberto Paradisi, a Lucrezia Pergolini, a Mirko Candelori e alla Valle di Lady; a Silverio Formisano e Carolina Esposito; al Team ATLETICAMENTE L'Aquila di Special Olympics; ad Alessandra Pomante, a Lisa Conti ed Isabella Tosti; ad Alessandro Nicolai, ad Enzo Colasuonno, a Giuliano Girotti; a Mauro Catena, ad Enrico Cordeschi, a Valter Teverini, ad Anna Diamanti, a Giorgio Giustiniani, a Mario Rosati, a Marco Patroncini, a Lino Schiavi, a Valentina Fragomeni, a Stefania Pellino; a Massimo a Mario ed Alessia Fattapposta; a Stefano Sebastiani, ad Ermando Di Francesco, ad Alvano Paolelli, ad Enrico De Carolis, ad Elena Santacecca, a Maria Alonzi, a Maddalena De Santis, a Tommasina Bucci, a Federico Cenfi, a Stefano Silvestri, a Giacomo Cestoni, a Palmerino Capone, ad Alessandro Santori, a Massimo Casciolini, a Tina Scaletta, a Gianna Corraretti, ad Angela Cesaretti, a Giovanni Dafano, a Rita Corraretti, a Marcello Graziani, a Marta Di Girolamo, Rossella Mariani, a Valentina Cocco, ad Elena Guolo, ad Enrico Benincasa, ad Andrea Faggionato, a Irene Parovel, a Giulia Tognazzo a Kekko Ton e a tutti coloro i quali si sono prodigati per la perfetta riuscita dell'edizione 2014 di Nitriti D'Autunno.

 

 

Un grazie personale e davvero di cuore ad Alessandro Nicolai, a Lino Schiavi, a Marco Patroncini, a Gianni Fattapposta, a Giuliano Girotti, ad Arcangelo Cavezza, a Valeriano Machella e ad Enrico Cordeschi per averci regalato un TIRO A 7, "attacco" mai realizzato prima in Italia con Cavalli Agricoli Italiani da Tiro Pesante Rapido. 4 le regioni di provenienza degli Allevatori dei soggetti attaccati per testimoniare che la professionalità e la passione non conoscono barriere, nè confini e che rappresentano l'unica miscela vincente.

 

Annalisa Parisi

 

A Villa Buon Respiro con GIOIA, puledra CAITPR

La giornata di ieri 16 maggio, organizzata presso il Centro di Riabilitazione Equestre di Villa Buon Respiro in collaborazione con l’Associazione Passione Caitpr, si è svolta in un clima di grande serenità ed allegria ed è stata un vero successo.

Hanno partecipato molte persone tra le quali i ragazzi disabili della Comunità La Dimora di Barbarano gestita dall’Associazione ANAFI del Gruppo “Noi per l’Europa” e l’Associazione U.N.I.Vo.C. - Unione Italiana Volontari pro Ciechi Onlus – U.C.I. Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.

Sono intervenuti il Dott. Sergio Franceschini, Vice Presidente di A.N.A.C.A.I.T.P.R. - Associazione Nazionale Allevatori Cavallo Agricolo Italiano da Tiro Pesante Rapido; Valeriano Machella e Arcangelo Cavezza con una bella pariglia di cavalle agricole, Vanda e Viola Di Maggio, in rappresentanza di “Nitriti d’Autunno” festival del Cavallo Agricolo Italiano TPR, riedizione dell'antica fiera del bestiame di Cittareale (RI); il Team Teverini al completo in rappresentanza della “Festa del Cavallo di Moricone" con la loro bellissima Aida 838; nonché diversi allevatori di Cavallo Agricolo Italiano da TPR come Anna Diamanti e Roberto Petricone, a testimoniare tutti insieme che la zootecnia non deve arrendersi, perché è il patrimonio del nostro territorio e come tale va valorizzato 365 giorni all'anno.

Ed è proprio a Villa Buon Respiro - sottolinea commossa Annalisa Parisi - che la passione per il cavallo assume un significato più grande che è l'amore per la vita, come valore assoluto ed imprescindibile.

Con i loro splendidi attacchi Arcangelo e Valter hanno portato a passeggio in carrozza per tutta la proprietà di Villa Buon Respiro centinaia di ragazzi, bambini, genitori, operatori, medici, il Direttore della struttura Alessandro Polverini e la Dott.ssa Ersilia Carnicelli in rappresentanza della Fondazione Silvana Paolini.

Davvero emozionante alla conclusione della manifestazione è stato il momento in cui Annalisa Parisi, Presidente dell’Associazione Passione Caitpr, ha donato ai ragazzi di Villa Buon Respiro schierati in campo la bellissima e dolce puledrina Gioia di Lucoli, che presto diventerà loro compagna di lavoro e gioco e che, appena finito il suo percorso di addestramento, entrerà a far parte del Carosello.

 

Ufficio Stampa San Raffaele

 

Artù CM: buona la prima - É iniziata il 25 gennaio la stagione 2014 del TPR

É ufficialmente iniziata sabato 25 gennaio la stagione 2014 del TPR con la Presentazione Ufficiale degli Stalloni in proprietà ad ANACAITPR.

Casuale forse, si è iniziato con la lettera A, ed è  stato il turno a Cosina di Faenza di Artù CM, presso il prestigioso Allevamento di Renato Cimatti.

Artù CM: il Report a cura del Direttore di ANACAITPR

SE IL BUON GIORNO SI VEDE DAL MATTINO... questa l’idea che emerge dal Meeting 2014 di presentazione dello stallone ARTÙ CM.  In un momento di difficoltà generale, iniziare l’anno con una bella giornata di sole invernale, ma soprattutto con un afflusso così ampio di allevatori, tecnici e, in particolare, appassionati anche esterni alla razza proveniente anche dal Veneto, dall'Abruzzo e dall’Umbria, lascia ben sperare per un 2014 di ripresa.

Cavalli e altri animali a San Pietro per la benedizione degli animali di AIA

Presente in piazza una bellissima pariglia di cavalli agricoli italiani da tiro pesante rapido targati AQ grazie all'Associazione Passione Caitpr. 

Gli Allevamenti Lucolani di Anna Diamanti ed Enrico Cordeschi han sfilato per via della Conciliazione con un attacco di eleganza curato nei particolari, rendendo onore all'intera Regione con una professionalità unica per questa speciale partecipazione.

L’Associazione Italiana Allevatori (Aia), per la settima volta consecutiva, ha deciso di celebrare in forma solenne la festa di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali e patrono di tutti gli allevatori, che ricorre il 17 gennaio.
Più di 4mila allevatori provenienti da tutta Italia si sono infatti dati appuntamento per venerdì 17 gennaio  in San Pietro per partecipare alla Messa celebrata dal Cardinale Angelo Comastri e visitare la fattoria a cielo aperto allestita davanti al colonnato del Bernini.


“La celebrazione della festività di Sant’Antonio – ricorda il presidente dell’Aia Pietro Salcuni - è una delle ricorrenze più sentite nelle campagne italiane. In questa giornata da sempre si benedicono le stalle e gli animali”.


Una devozione antica che si perde nel tempo, testimoniata dalle immagini e dalle statue votive del Santo che tutt’oggi si trovano esposte all’esterno delle aziende agricole a protezione di uomini, mandrie e raccolti.
“È il segno tangibile di una fede antica, profondamente legata alla radice cristiana della famiglia contadina”, dice Salcuni.


In questo ambito si inquadra la manifestazione promossa dall’Aia in San Pietro, che anche nel 2014 ha potuto contare sulla presenza del Cardinale Angelo Comastri, vicario generale di Sua Santità, papa Francesco, per lo Stato della Città del Vaticano. E nell’omelia non sono mancate le parole di incoraggiamento per gli allevatori e le loro famiglie: “Il Signore – ha detto Comastri – ci ha fatti custodi e non padroni del Creato ed è in quest’ottica che dovete condurre la vostra attività di agricoltori. Tenendo sempre ben presente che se manca la luce della fede il Libro della vita è indecifrabile. Un valore di inestimabile importanza che vi esorto a trasmettere alle giovani generazioni”.


Al termine della Messa, nella Piazza Pio XII, antistante il colonnato del Bernini, è proseguita la tradizionale benedizione di uomini e animali, circondati dai cavalli e dai cavalieri che hanno partecipato alla sfilata lungo Via della Conciliazione, aperta dalla Fanfara del IV Reggimento Carabinieri a Cavallo.

 

CENTRO FA: la genetica parte all'attacco con i CAITPR

MOZZECANE (VR) - 8 marzo 2014.

 Si è tenuto sabato 8 marzo nell'Azienda Agricola di Luigi Bertasi il meeting di presentazione degli stalloni  CAITPR che operano in artificiale.

La giornata, che fa parte di un ciclo di incontri da principio dedicati quasi esclusivamente agli allevatori, ma che oggi fortunatamente destano l'interesse anche di un pubblico di affezionati, appassionati e simpatizzanti del Cavallo Agricolo che non perdono queste occasioni per trascorrere qualche ora ad ammirare le presentazioni di questi soggetti in compagnia di quelli che devono essere considerati i "custodi" della razza.

É l'unico cavallo da tiro pesante... allevato nel nostro paese"...   esordisce  così il direttore di ANACAITPR, Giuseppe Pigozzi  davanti a Zoran, padrone di casa, impostato davanti agli uditori come nelle migliori performance, perfettamente  consapevole da veterano del  palinsesto della giornata che lo vedrà protagonista insieme con Benito e Denver.

 Si è parlato di linee di sangue, di caratteristiche morfologiche, son state fornite indicazioni di utilizzo e progetti "in fieri" durante la presentazione dei tre stalloni nel prato antistante l'Azienda Agricola Bertasi, nell'ammirarne le incredibili capacità dinamiche nonostante l'imponente mole.

I tre soggetti operano in "artificiale" e contribuiscono al miglioramento genetico della Razza: tutti e tre hanno conseguito piazzamenti importanti nelle principali manifestazioni di Libro Genealogico e nella loro diversità riescono a rispondere alle diverse esigenze di miglioramento al servizio offerto degli Allevatori.

Interessante la presentazione delle produzioni di diverse fasce di età dei soggetti presentati per ammirarne e valutarne insieme pregi e difetti.

Presenti quest'anno due classi degli Istituti Superiori di Agraria di Verona e di Isola della Scala che hanno avuto modo di visitate i laboratori del Centro Genetico Bertasi in attesa del Meeting vero e proprio.

Una lezione a cielo aperto di sicuro ben riuscita nel vedere i visi ammaliati di tanti ragazzi alla vista dei numerosi soggetti presentati.

Allevare è un termine che deriva dal latino "colere"... coltivare... e qui piace farlo solo in qualità.

 

 

Una nota strettamente personale

 

 

Quando ho conosciuto qualche anno fa Gianluca Bertasi in Mostra Nazionale notai che nonostante alle volte sembrasse un po' "ombroso" (per dirla in termini cavallereschi) avesse una particolare propensione per quel cavallo che quell'anno (era il 2008) vinse il campionato giovani stalloni di 30 mesi.

Successivamente  ho avuto modo di rivederlo nel Campionato Stalloni 3-5 anni, ancora vincitore, e qualche anno dopo "sotto-stanghe" incoronato "imperatore" (cit. Mario Rocco - speaker Anacaitpr) nel primo campionato di maneggevolezza riservato ad "attacchi" CAITPR in Fieracavalli.

Il segreto, al di là delle spiccate, pregevoli ed indubbie doti di ZORAN credo sia racchiuso in questo scatto... che suggella il concetto di "binomio" e che permette (così come anche in altri casi) alla Razza di compiere letteralmente "passi da Gigante" nel panorama equestre al di là dell'impianto strettamente zootecnico di provenienza.

 

 Annalisa Parisi

 

 

I Cavalli Agricoli Italiani da TPR protagonisti al Game Fair Italia 2014

RIVA DEI TARQUINI (VT) - Game Fair Italia anche quest'anno si è rivelato un buon punto di riferimento per le aziende del settore outdoor, dell’attività e delle discipline sportive all’aria aperta.

La 24° edizione dell’unico esempio di country festival italiano, svoltosi dal 31 maggio al 2 giugno a Tarquinia, ha visto la partecipazione di 170 espositori, in aumento del 22% rispetto al 2013, con la presenza, tra gli altri, dei top brand del comparto sportivo relativo alle armi ed al tiro al volo.

 In crescita anche il numero di visitatori, a conferma della buona gestione della società GFI S.r.l., costituita da Fiera di Vicenza S.p.A., CNCN (Comitato Nazionale Caccia e Natura) e Famiglia Odescalchi, e del incredibile impegno a promuovere in Italia una nuova cultura delle attività outdoor.

Game Fair Italia ha ospitato oltre 250 eventi e dato la possibilità sia agli appassionati delle discipline interessate sia a famiglie e cultori della vita all’aria aperta di trascorrere tre giornate nell’incantevole scenario della Maremma.

Immersi nel verde di Tarquinia, località ricca di storia e fascino, operatori e visitatori hanno potuto esplorare gli 80 ettari della magnifica tenuta di Spinicci, aperti al pubblico in occasione della Manifestazione.

 Il programma ha visto numerose attività dedicate al tiro sportivo, con esibizioni del campione Renato Lamera e di esperti in diverse discipline (tiro al piattello, con l’arco e con la fionda).

Le 8 linee di tiro a disposizione hanno permesso a sportivi e appassionati di provare le novità offerte dal mercato in termini di munizioni e armi. A sottolineare l’importanza e l’autorevolezza di Game Fair Italia, la presenza delle maggiori Associazioni Venatorie e le più importanti case armiere italiane tra le quali Beretta, Benelli e Franchi.

Gli spettatori hanno inoltre assistito agli spettacoli dell’antica disciplina Falconeria.

Da segnalare, inoltre, il ritorno a Game Fair della sezione dedicata alla pesca in mare.

Questa edizione ha registrato la crescita dell’area dedicata alla Cinofilia, grazie alla rinnovata collaborazione con l’ENCI (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana). Protagonisti 400 cani al giorno, con esibizioni dello sheep dog, di agility, rally obedience e disc dog, coursing di levrieri, dimostrazioni di cani da ferma (con razze come Spaniels, Retrievers e Bassotti) e di cani da tartufo con i Lagotti Romagnoli.

Si è inoltre svolta la seconda edizione del ‘Game Fair Photo Contest’, dedicata ai bambini e ai loro “accompagnatori a quattro zampe”, e la nuova rassegna cinofila ‘Game fair top dog’ rivolta a tutte le razze.

Molte le aree dedicate al country style, con stand di abbigliamento, arredamento, accessori per la casa e proposte alimentari.

Altro spazio caratteristico l’enogastronomia, in cui produttori contadini hanno offerto particolari assaggi e messo in vendita i propri prodotti di qualità difficilmente reperibili sul mercato.

Oltre alle aree tradizionali, l’edizione 2014 ha visto l’espansione del settore del Soft-air, introdotta all’interno di Game Fair nel 2012, con simulazioni di giochi tattici in costume.

La splendida tenuta di Tarquinia, che dalle colline scende fino al mare, ha inoltre dato spazio alle discipline legate all’acqua, come le dimostrazioni di salvataggio e recupero dell’Unità Cinofila.

 Particolare rilievo in notevole espansione il settore dell’equitazione che ha visto numerose iniziative affiancarsi a consolidate attività degli anni passati, organizzate in collaborazione con ANAM (Associazione Nazionale Allevatori Cavallo di razza Maremmana) e FITETREC (Federazione Italiana Turismo Equestre) e new-entry, con l'Associazione PASSIONE CAITPR che ha curato la presenza di numerose razze tra le quali CAITPR, Haflinger, Pony di Esperia, Lipizzani, Frisoni, Gelder, Hakney in veste rigorosamente attitudinale presentando per la prima volta al pubblico il "Road Show in carrozza", nonché la partecipazione straordinaria del Carosello di VIlla Buon Respiro, esempio unico in Italia di riabilitazione equestre parificata.

Il tutto amalgamato in uno spettacolo continuo  con ben 450 cavalli di diverse razze impegnate in varie dimostrazioni per 8 ore al giorno senza sosta, spaziando dalle tradizioni rurali dei butteri, alla monta da lavoro, alle carrozze, alla monta western allo spettacolo puro con gli Aragonas di Bartolo Messina.

Anche i bambini hanno potuto avvicinarsi all’equitazione grazie al tradizionale ‘Battesimo della Sella’ presso il tondino dei pony. La sezione è stata inoltre arricchita dalla seconda edizione della manifestazione “Cavalli in libertà” e dalla “Borsa del Cavallo”.

 

 

(Annalisa Parisi)

Il CAITPR a 360° alla 48° Fiera Internazionale del Riso

ISOLA DELLA SCALA (VR) 27-28 settembre 2014

…”Aspettando Verona”…. è forse questo il commento più frequente ripetuto sia tra i protagonisti della manifestazione che tra il pubblico più tecnico.

In effetti il gemellaggio tra le Giornate CAITPR di Isola della Scala e Fieracavalli Verona, sia sul piano tecnico che per il settore dedicato ai soggetti addestrati al lavoro, è sempre più concreto.

Inutile sottolineare questo aspetto in relazione al Raduno candidati stalloni in quanto i due Raduni Nazionali (l’altro si terrà quest’anno a Tagliacozzo in quel dell’Aquila) servono anche quale vero e proprio trampolino di lancio verso la Mostra nazionale di Fieracavalli per i giovani riproduttori con i requisiti migliori.

Da Isola della Scala sono attesi a Verona 5 giovani stalloni di 30 mesi che si uniranno a quelli che acquisiranno le migliori qualifiche a Tagliacozzo. In tal modo Fieracavalli diventa in quella che, ormai da alcuni anni, può essere considerata una sorta di finale nazionale.

E fin qui tutto nella norma, la connessione tra Isola della Scala e Fieracavalli è evidente.

Ma ad Isola si tiene sin dal 2012 anche la Tappa Nord Italia del Campionato di maneggevolezza del CAITPR che celebra anch’esso la sua finale nazionale in Fieracavalli dove si misureranno i partecipanti di Isola della Scala con i nostri molto agguerriti appassionati delle attività sportivo-amatoriali delle nostra razza del Sud Italia.

Nel terzo fine settimana di settembre, a Noci (Bari), ha avuto infatti luogo la Tappa Sud Italia del medesimo concorso. Per coloro che volessero approfondire  le classifiche dei due Concorsi zonali le informazioni sono disponibili sul sito www.anacaitpr.it Sezione manifestazioni o sul PORTALE DEL CAITPR www.caitpr.com

Forse le classifiche o le liste dei partenti non dicono però tutto della passione con cui i partecipanti si sono misurati sul campo e di quanto una piccola disattenzione o un nonnulla abbiano determinato le classifiche specialmente nella posizioni di vertice.  Anche a Isola della Scala questa constatazione si è puntualmente ripetuta e, tra la prima e la seconda manche della gara, vi sono state inversioni di classifica anche importanti….

Qualche muso lungo… qualcun altro felice del risultato, ma tutti indistintamente molto seri nell'affrontare con impegno questa gara in cui, in realtà, non si vince nulla se non… La soddisfazione del risultato.

Va poi rilevato che, oltre alla Tappa Nord Italia del Campionato maneggevolezza, il sabato pomeriggio si è realizzata anche una sessione di Prove Ufficiali di Addestramento del LG cui erano iscritti sei soggetti, quattro dei quali l’hanno superata brillantemente (vedere sito AACAITPR Sezione Prove di addestramento); due soggetti con qualifica di addestramento di BUONO e due addirittura con il MOLTO BUONO. E’ già dal 2008 che il LG del CAITPR ha un proprio test ufficiale mediante il quale certificare ufficialmente l’addestramento dei soggetti iscritti al Libro. Una scelta di trasparenza tecnica voluta dalla Commissione Tecnica del Libro, fatta peraltro anche da altre razze, in modo che chi desidera acquistare un soggetto addestrato per gli attacchi possa farlo basandosi su elementi tecnici certi e standard. Un modo anche per valorizzare i soggetti addestrati ed il lavoro dei nostri sempre più numerosi appassionati che si dedicano all’addestramento dei loro cavalli.

E non si tratta di prove “all’acqua di rose” se si pensa che quali valutatori sono chiamati i Giudici FISE disciplina Attacchi, tecnici di grande preparazione, quindi.

Ma il vero punto su cui si sta sempre più concretizzando il fatto che Isola della Scala sia in qualche modo un evento di preparazione a Verona è quello dello show/carosello.

Isola della Scala si è confermata anche quest’anno come l’anteprima di quel che vedremo a Verona nel Carosello CAITPR e nel Carosello delle razze italiane del Padiglione Italialleva.

Momenti tecnici alternati a momenti di show.

Attacchi per nulla banali quali un tiro a 4, una bellissima troika ed anche, equipaggio rarissimo da vedere, un’arbaléte che promette molto bene in vista della passerella nazionale di Fieracavalli.

E quanto si è potuto ammirare a Isola della Scala, andrà a sommarsi a quanto di altrettanto bello si è visto a Noci la settimana precedente per gli appassionati del Sud Italia e a coloro che rappresenteranno gli appassionati dell’Italia centrale che si sono potuti ammirare in quel di Nitriti di Autunno o di Città di Castello. Molta attesa quindi per l’ormai prossima Fieracavalli.

Insomma chi è stato ad Isola ha avuto la possibilità di “intravedere” un po’ la prossima Mostra Nazionale del CAITPR di Fieracavalli sotto vari aspetti: giovani stalloni di pregio, gare di maneggevolezza, show e caroselli.

Al di là di ciò, però, Isola della Scala ed il “Bentornato a casa” hanno ed avranno sempre per la razza un sapore particolare perché la manifestazione ha luogo nella culla geografica dove la razza è stata fondata oltre cento anni or sono.

E questo aspetto ha avuto particolare rilievo nella sfilata della domenica mattina nel centro cittadino, dove cavalli CAITPR, trattori d’epoca e mondine (quelle vere che sul serio ricordano dal vivo il lavoro di un tempo nelle risaie del territorio isolano), sono sfilati tutti assieme in un momento di rievocazione storica ed anche culturale delle radici di questa terra e della razza CAITPR.

In termini più specifici, si può dire che la terza edizione del BENTORNATO A CASA ne sancisce la maturità organizzativa. E’ tempo di valutare lo sviluppo di questo evento. E per questo ci sono già riflessioni e contatti con i Responsabili dell’Ente Fiera e dell’Amministrazione comunale che, assieme alla Provincia di Verona, sono i referenti col cui sostegno è possibile realizzare da tre anni le Giornate del CAITPR di isola delle Scala e che permettono che stia diventando un appuntamento sempre più importante nel calendario degli eventi della razza.

Enti cui va il ringraziamento di ANACAITPR e con i quali, per il momento, gustiamo assieme il buon risultato dell’edizione 2014.

Altrettanti ringraziamenti agli allevatori partecipanti e ai volontari che si sono prodigati come negli anni scorsi in un faticoso e non facile lavoro organizzativo sia prima che durante la manifestazione.

GIUSEPPE PIGOZZI - Ufficio Centrale di LG

foto: MC. MAGRI - A. PARISI

 

Il CAITPR alla Mostra Millenaria di Gonzaga (MN)

Una nuova iniziativa avviata quest’anno in forma sperimentale su iniziativa dell’Associazione Mantovana allevatori. 
Un evento calato in una manifestazione di grande tradizione e con presenza di un pubblico di migliaia di visitatori. 
Un’iniziativa con un potenziale  interessante.

Partita in via sperimentale quest’anno su iniziativa della Mantovana Allevatori, ha avuto luogo il 6 e 7 settembre la 1° Mostra-Mercato del puledro.

A far da cornice è stata la Fiera Millenaria di Gonzaga, un evento che ha, ogni anno, decine di migliaia di visitatori e che è uno dei più tradizionali appuntamenti fieristici di inizio autunno per la zona che va dal Veneto occidentale, all’Emilia e, ovviamente, alla bassa lombarda orientale.

Ad onor del vero la presenza “zootecnica” nella Millenaria è molto consolidata con la presenza di una Mostra Bovina molto nota e che, proprio quest’anno, si è ampliata ulteriormente divenendo Inter Regionale.

Un contesto, quindi, di ottimo potenziale ai fini delle chance di entrare in contatto con possibili interessati anche al cavallo in generale.

Una quindicina circa i soggetti di varie razze presentati nelle due serate del primo fine settimana dell’edizione 2014 della Fiera.

A far bella mostra di sé soggetti Frisoni, Paint e Quarter. 

Ma il gruppo di razza più numeroso è stato quello CAITPR con undici soggetti iscritti di 7 allevatori diversi.

Purtroppo il tempo ristretto di organizzazione non ha permesso di allargare il numero.

Ma i contatti avuti poi con vari allevatori, lasciano pensare che, con un maggior margine di tempo, si sarebbe potuti arrivare con una certa facilità a una ventina di capi CAITPR.

Del resto, nel Nord Italia, se si esclude l’appuntamento di Isola della Scala che, comunque ha una sua focalizzazione ben precisa sul Raduno stalloni e sulle attività con soggetti addestrati, nell’ambiente CAITPR si sente la mancanza di un appuntamento autunnale diciamo “di portata intermedia” inserito in una manifestazione fieristica di grande pubblico. “Intermedio” nel senso che vi è poi la Mostra Nazionale in quel di Fieracavalli che, però, è una vetrina di grande impegno organizzativo cui non tutti possono aderire per motivi di costi e tempi di lavoro.

L’idea di proporre da subito una vetrina-mercato riservata ai giovani soggetti è ancor più accattivante per gli allevatori e, come si diceva poco sopra, conferisce a Gonzaga un potenziale interessante.

Sotto il profilo organizzativo, già buona questa prima esperienza, ma dai colleghi di una delle Associazioni Provinciali più grandi d’Italia non ci si poteva aspettare niente di meno che un’elevata capacità organizzativa.

Si può definire questa prima edizione come un esperimento, ma che sembra poter far da trampolino a qualcosa di più organico già dall’anno prossimo.

Il consenso degli allevatori CAITPR già alla proposta di quest’anno o, comunque, all’idea generale di questa nuova iniziativa, è già di per sé un fattore positivo in vista del 2015 e di una crescita futura dell’evento che potrebbe arricchirsi non solo di soggetti in mostra-mercato, ma anche della presentazione di equipaggi di attacchi e di soggetti addestrati.

 

ANACAITPR - UFFICIO CENTRALE DI LG

 

 

 

 

 

 

 

Inter-Regionale del Caitpr Sud Italia

NOCI (BA) 20-21 SETTEMBRE

Malgrado un’impostazione organizzativa che è venuta a modificarsi a pochi giorni dall’evento è stata positiva la riuscita anche per l’edizione 2014 della Manifestazione pugliese. 

Concepita a fine primavera come una mostra inter razza, la manifestazione ha potuto invece contare all’ultimo momento solo sulla presenza della razza CAITPR. Il ringraziamento più sentito va quindi agli allevatori della nostra razza per aver fatto il massimo perché l’evento avesse un decorso ed un palinsesto quanto più ricco possibile. Altrettanti ringraziamenti ad ARA Puglia per aver mantenuto l’impegno a calendario, malgrado i pochi giorni per riconvertire la manifestazione “ad unica razza”. Va detto però che tutti i settori in cui si compone ormai da alcuni anni l’Interregionale Sud Italia, sono stati presenti.

Di elevatissima qualità il settore dei Concorsi morfologici. Già da qualche anno si parla in questi report della qualità crescente dei nuclei pugliesi. Quest’anno vi è stata una sorta di consacrazione e non solo nelle categorie più giovani, ma anche in quelle delle fattrici 3-5 anni e 6-10 anni.

La Mostra ha infatti, dato la netta impressione di una qualità media invidiabile ed in progressione. Al momento delle premiazioni poi, con i tre primi soggetti di ogni categoria riuniti del ring, l’insieme ha offerto un colpo d’occhio di grande impatto tecnico.

Le categorie più giovani, in particolare, sono risultate composte da soggetti di qualità veramente nazionale che, specialmente tra i primi classificati, meriterebbero tutti la ribalta della Mostra di razza.

I Concorsi morfologici sono stati, quindi, pienamente all’altezza delle aspettative e dei risultati entusiasti riferiti dall’Esperto di razza che ha effettuato le visite aziendali di LG ai primi di settembre.

Senza dubbio facile, ma anche difficile, se il numero sarà ristretto, la scelta dei capi pugliesi che rappresenteranno la regione alla Mostra Nazionale 2014 in quel di Fieracavalli Verona.

Valido, anche se limitato alla sola Categoria singoli, il Campionato di Maneggevolezza CAITPR Tappa Sud Italia 2014. Sei gli equipaggi in gara che si sono dati “battaglia” nelle due manche previste dal Regolamento.

A imporsi una coppia di vecchie glorie, nell’ordine Vittoria e Zellina entrambe dell’allevamento Resta condotte dal proprietario Pasquale Resta, il quale ha già calcato il Red Carpet di Verona per la Tappa finale nazionale in varie edizioni dal 2011 ad oggi e con risultati di rilievo (Vicecampione nel 2011 e Campione nel 2012) in particolare con Vittoria. Però a far capolino nelle posizioni di rincalzo tutte giovani fattrici, Bice del 2008 (D. Frisone), Daria (G. Sanarico alla guida 3° classificato) e Deianira B (F. Mastroleo) entrambe del 2012; infine, Estasi (I. Masi) del 2011 che si è piazzata ottima 4° per un nulla. Un risultato di classifica molto serrato che racchiude in vero fazzoletto di punti di penalità i soggetti partecipanti.

E’ veramente bastato un niente per scalare di classifica a testimonianza dell’ottima preparazione dei soggetti e degli equipaggi.

Il tutto sotto la guida di un Giudice di elevatissimo livello della Federazione Sporto Equestri quale l’Avvocato Bruni, il quale ha fatto i complimenti per la qualità generale del Concorso.

Ottimo ma ridotto nei numeri, giocoforza a causa delle traversie organizzative cui si accennava all’inizio, anche lo show che ha allietato le due serate di Mostra.

Gli allevatori del CAITPR, integrati da un piccolo gruppo di Haflinger alla loro prima uscita ma che si sono ben portati nel ring, hanno dato vita ad un carosello ricco di qualità e di contenuti.

Complimenti a tutti per l’impegno.

Un grazie al gruppo Tradizione Passione Resta (notare le iniziali TPR)  che ha messo in campo tutto il possibile, malgrado la sfortuna di perdere in primavera due fattrici dell’allevamento, allietando le serate con due “numeri” di elevato contenuto spettacolare e di impegno tecnico notevole (cavalieri e driver: Irene Masi, Brunella Ranaldo e Alberto Palmirotta) che si spera di rivedere in Fieracavalli.

Altrettanto importante l’impegno di Domenico Frisone con la sua Bice lanciata in manovre ad “alta velocità” nel ring grazie anche alla bravura del groom Salvatore Lorusso.

Di tutt’altro genere ma di grande effetto e di grande contenuto tecnico (ma soprattutto emotivo) il lavoro del binomio Francesco Mastroleo/Deianira B.  improntato al lavoro agricolo il loro “rapporto come binomio” ha permesso di mostrare specialmente nelle lezioni in libertà organizzate nel pomeriggio, tutto il lavoro di affiatamento tra essere umano e cavallo che sta alla base del lavoro di Francesco.

Non è quindi, mancato nulla di quello che fa di una Mostra CAITPR un evento articolato per conoscere la razza nelle sue diverse sfaccettature, dalle qualità morfologiche a quelle attitudinali fino a quelle… del mentale, aspetto che sta emergendo sempre di più nel retaggio genetico del CAITPR.

 

TESTO ANACAITPR - FOTO A. PARISI

 

 

 

Page 1 of 2
Joomla SEF URLs by Artio